Awwwards

La telemedicina in Europa: i trend più interessanti

Medici

La telemedicina in Europa: i trend più interessanti

L’uso della telemedicina, ovvero il sistema di erogazione di servizi di assistenza sanitaria tramite il ricorso a tecnologie innovative, è in costante crescita in Europa e nel mondo. La sua rilevanza è ormai tale per cui la Commissione Europea ha emesso una comunicazione a sostegno degli Stati membri impegnati a realizzare servizi di telemedicina (“Telemedicina a beneficio dei pazienti, dei sistemi sanitari e della società”, 2008).
Nella comunicazione l’intento della Commissione è di sottolineare che, nello sviluppo di simili progetti innovativi, bisogna porre particolare attenzione ad alcuni aspetti che potrebbero ostacolarne l’adozione, in particolare: creare fiducia nei servizi di telemedicina, favorirne l’accettazione, apportare chiarezza giuridica, risolvere problemi tecnici e agevolare lo sviluppo del mercato di tali tecnologie.
Una specifica molto interessante fatta dalla Commissione è la raccomandazione affinché ciascuno degli Stati membri valuti le priorità in materia di telemedicina e le specifiche azioni da intraprendere, con la consapevolezza che “i cittadini europei invecchiano e sempre più vivono con malattie croniche” e che “le loro condizioni di salute richiedono spesso un potenziamento dell’assistenza medica”, non erogabile con i sistemi tradizionali.

 

14

In linea con la rivoluzione culturale portata dal digitale, molti paesi europei hanno dunque già avviato significative iniziative di telemedicina.

 

 

 

Quali sono i trend più interessanti che si sono affermati fino ad ora in Europa?

In Svezia, nel 2006, è stata pubblicata la National Strategy for e-health. Il documento, ancora soggetto a modifiche, attesta che la telemedicina in Svezia coinvolge un importante numero di applicazioni, oltre 100, di cui il 75% in uso negli Ospedali. Le principali applicazioni sono la televisita (paziente-medico), il telemonitoraggio e il teleconsulto radiologico.
L’auspicio è anche quello di far corrispondere alla crescita degli strumenti di telemedicina delle adeguate misure per la gestione dei dati sensibili dei pazienti.

L’interesse per l’e-health ha avuto grande risonanza anche in Norvegia, dove un ruolo decisivo è giocato dalla bassa densità della popolazione a fronte delle lunghe distanze per raggiungere l’Ospedale più vicino. Tra le applicazioni in uso più diffuse vi sono: il teleconsulto tra medico di medicina generale e specialista, la telepatologia, la teleradiologia, la telepsichiatria e i servizi per il miglioramento della cura dei tumori.

In Gran Bretagna, il Department of Health ha finanziato un vasto programma di Teleassistenza e Telesalute (Whole System Demonstrator programme), rivolto alle persone fragili ed ai malati cronici. Il programma ha coinvolto in 2 anni 238 medici e 6191 pazienti e i risultati dello studio sono stati molto importanti: il ricorso dei pazienti ai Pronto Soccorso si è ridotto del 20%; i ricoveri ospedalieri sono diminuiti e soprattutto si è osservata una notevole riduzione del tasso di mortalità. Tali risultati hanno incoraggiato il Department of Health verso un nuovo programma, la “Three Million Lives” campaign, in collaborazione con l’industria, il National Health System, le associazioni professionali e le organizzazioni sociali.

In conclusione la tecnologia, adeguatamente applicata, è un valido strumento per la cura delle malattie croniche, per migliorare la qualità della vita delle persone malate e, in base allo studio inglese, per ridurre la mortalità.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close